esercizi alluce valgo

 

La ginnastica, nello specifico alcuni esercizi mirati, può aiutare a correggere, o almeno a migliorare, la condizione dell’alluce valgo.

Diciamolo subito: essi non fanno miracoli, nel senso che non riescono a risolvere la problematica definitivamente, però di certo leniscono i sintomi principali (fastidio e dolore) e ritardano un eventuale intervento chirurgico.

In più, si tratta di esercizi molto semplici da eseguire, per i quali non è richiesta nessuna abilità fisica e/o tecnica particolare, quindi tutti possono svolgerli tranquillamente a casa, meglio se ogni giorno.

La costanza, per ottenere dei risultati veloci e misurabili, è fondamentale, quindi armatevi di un po’ di tempo e di pazienza ed impegnatevi negli esercizi che vi indichiamo di seguito: sono i migliori contro l’alluce valgo.

 

Esercizi con la pallina

 

Sono probabilmente fra i più noti e, perché no, anche tra i più divertenti.

Le palline ideali sono quelle da tennis e quelle grandi quanto quelle da golf e piuttosto morbide.

L’esecizione è semplicissima.

Sedetevi comodi e con la schiena dritta su una sedia e mettete la palla da tennis sotto al piede colpito da alluce valgo, poi fateci rotolare sopra il piede.

La pressione esercitata deve essere lieve, la palla deve andare avanti e indietro con movimenti ben cadenzati e lenti.

La palla deve andare, in pratica, dalla punta delle dita dei piedi al tallone e viceversa.

Il movimento deve durare, in tutto, almeno 30 secondi, ma anche di più.

Non vi va di farlo tutti i giorni?

Almeno cercate di ripetere l’esercizio a giorni alterni (3 volte a settimana); la pallina esercita una sorta di gradevole massaggio ed allunga sia la parte inferiore del piede che la fascia plantare.

I sintomi dell’alluce valgo, lo vedrete, si allevieranno in maniera considerevole.

Esercizi con la pallina

Camminare scalzi

 

Camminare scalzi, si sa, fa bene, anche all’alluce valgo.

Il perché è fin troppo chiaro: nelle scarpe, specie se strette e scomode, il piede è imprigionato in una sorta di corazza che non gli permette di muoversi liberamente e questo, in caso di alluce valgo, non può che peggiorare la situazione.

Inoltre i muscoli e i legamenti del piede si indeboliscono.

Dunque, quando potete camminate scalzi.

Fatelo a casa e, ancor di più, quando siete al mare sulla spiaggia di sabbia, che esercita anche un massaggio naturale benefico alla pianta.

Camminando a piedi nudi la muscolatura si rafforza e l’esercizio è ottimo sia come forma preventiva che per migliorare una condizione di alluce valgo già esistente.

Un’altra cosa importantissima consiste nello sforzarsi di camminare con i piedi rigorosamente dritti, un abitudine che dovreste prendere e seguire in ogni momento della giornata.

Così facendo si prevengono o almeno non si peggiorano eventuali devianze delle dita.

camminare scalzi

Esercizio con l’asciugamano (facilissimo!)

 

Ecco un esercizio tanto facile quanto utile in caso di alluce valgo.

Per eseguirlo vi serve soltanto un morbido asciugamano di spugna.

Fate così.

Sedetevi su una sedia comodi e con la schiena dritta, ovviamente a piedi nudi.

Appoggiate a terra l’asciugamano proprio davanti al piede con l’alluce valgo e, restando con il tallone perfettamente a contatto con il pavimento, con le dita dei piedi trascinate l’asciugamano verso di voi.

Semplice no?

Esercizio con l'asciugamano

Raccogliere le biglie

 

È un altro degli esercizi “classici” per contrastare gli effetti negativi dell’alluce valgo: raccogliere le biglie a terra con le dita dei piedi.

È un toccasana per mantenere ed aumentare la flessibilità del piede.

Sedetevi su una sedia e mettete sul pavimento, proprio davanti a voi, delle biglie di vetro (le “palline” trasparenti con cui giocavamo da piccoli), dopodiché raccoglietele una ad una con le dita e mettetele dentro una ciotola.

 

Raccogliere le biglie

Esercizio con l’elastico

 

Si tratta di uno degli esercizi più efficaci contro l’alluce valgo, quindi provatelo assolutamente.

Prendete un elastico di quelli che si usano per il fitness o un elastico qualunque e posizionatelo attorno agli alluci, quindi ruotate entrambi i piedi verso l’esterno per far distendere il più possibile gli alluci.

Mantenete questa distensione per almeno 1 minuto, riposatevi e ripetetelo di nuovo.

esercizio con elastico

Esercizi di dorsiflessione

 

Anche questi esercizi sono ottimi a scopo preventivo ma anche per contrastare i sintomi di un alluce valgo esistente.

Sedetevi e poggiate il piede affetto da alluce valgo sul ginocchio opposto quindi, con le mani, piegate il dito malato all’indietro più che potete, ma non forzate fino a sentire troppo dolore.

Lasciate l’alluce così “tirato” per 30 secondi circa, poi rilasciatelo.

Riposate e ripetete di nuovo.

Prima di passare alla seconda ripetizione, cercate di piegare avanti ed indietro l’alluce usando soltanto i muscoli del piede.

Cercate di eseguire l’esercizio 3 volte al giorno: i risultati non tarderanno ad arrivare ed il giovamento, in termini di fastidio e dolore, sarà repentino.

Esercizi di dorsiflessione

Passiamo ora a descrivere il secondo valido esercizio di dorsiflessione per il quale, stavolta, avrete bisogno di una benda elastica.

Sedetevi sul pavimento, distendete le gambe, lasciate le braccia distese lungo i fianchi e tenete ben dritta la schiena.

Mettete la benda elastica sulla parte superiore dell’avampiede con le dita rivolte in alto; a questo punto, un’altra persona che avrete in precedenza convinto a supportarvi, deve afferrare e tenere salde con la mano le estremità della benda.

Non c’è nessuno che possa svolgere questo compito?

In alternativa utilizzate un oggetto fermo e sicuro, ad esempio la gamba di un tavolo robusto oppure del letto.

Tirate le dita dei piedi verso di voi facendo resistenza contro la benda elastica.

Contro l’alluce valgo questo movimento si rivela estremamente efficace, inoltre si rinforzano i muscoli della caviglia e i muscoli inferiori delle gambe.

Esercizi di dorsiflessione con benda elastica

Conclusioni e consigli

 

Gli esercizi che vi abbiamo spiegato sono sicuramente idonei a prevenire e a curare l’alluce valgo, ma per non vanificarne gli effetti benefici, è indispensabile adottare alcune sane abitudini.

Pertanto vi consigliamo di:

indossare solo scarpe comode e anatomiche, meglio se con plantare (fatevi consigliare dall’ortopedico)

evitare le scarpe con punta stretta, che alla lunga, soprattutto nelle persone predisposte, possono favorire la comparsa del problema oppure accentuarlo quando già presente

indossare un tutore, ottimo per agevolare il riallineamento del “ditone”

camminare ogni volta che è possibile a piedi nudi

essere costanti. Non potete pretendere di risolvere il fastidio dell’alluce valgo in qualche giorno; per raggiungere risultati soddisfacenti sotto ogni punto di vista dovete armarvi di un po’ di pazienza e, soprattutto, tanta costanza. Vedrete che il miglioramento ci sarà

evitate i tacchi alti. E’ proprio l’uso di scarpe con tacco alto e punta stretta a far sì che le donne vengano maggiormente colpite dall’alluce valgo rispetto al sesso maschile. Mettete scarpe comode e, in casa, oltre a restare scalze quando possibile, usate pantofole anatomiche

– evitate di praticare tutte quelle attività, sportive e non, che possono causare o peggiorare l’alluce valgo (ad esempio la danza classica).